Spiegazione degli smalti e figure contenuti nello stemma

Ultima modifica 15 maggio 2019

Dal libro del Cav. Giulio Bertoni " Rivarolo del Re ed Uniti"

Dalla relazione che l'Amministrazione Comunale, in data 18/03/1925 allegò alla domanda per ottenere la concessione del civico stemma, ricaviamo la seguente spiegazione del collocamento dei vari smalti e figure nello stemma proposto.

  • INQUARTATO D'AZZURRO E D'ARGENTO - ricorda i colori del Comune di Casalmaggiore che ha appunto il gonfalone d'azzurro e d'argento. Ricorda pure i colori della Famiglia Azzolini (da cui trae il nome la frazione Breda Azzolini) che ha l'ARMA " inquartato d'argento e d'azzurro col capo d'oro all'aquila spiegata di nero, coronata del campo"       ( Dizionario Storico Blasonico di G. B. di Crollalanza - Pisa - 1886 -pag.75).
  • PIANTA DI PESCO - ricorda che i Conti Del Persico furono conti di Sabbioneta e di Rivarolo del Re. La famiglia Del Persico di Cremona ha l'ARMA " fasciata di nero ed argento di sei pezzi coll'albero di persico al naturale caricato dello scudetto Visconteo". (Dizionario storico Blasonico di G. B. di Crollalanza - Pisa - 1886 -Vol II, pag. 347).

L'albero di persico è un pesco che nel dialetto cremonese chiamasi appunto persico.

  • SCUDETTO VISCONTEO - (d'argento, alla biscia d'azzurro ingollante il bambino di carnagione). Abbiamo già visto (lett. b.) che lo scudetto fa parte dell'ARMA dei Conti del Persico. Esso è la ben nota ARMA dei Visconti e nello stemma comunale è posto quindi anche a ricordare la dominazione   Viscontea sul nostro territorio che fu soggetto prima alla Signoria e poi al Ducato di Milano.
  • CANE - ricorda che la famiglia dei Marchesi Salvaterra, ebbe il feudo di Casalmaggiore e Rivarolo del Re dal 1649 fino al 1717. Essa ha l'ARMA      "di rosso, al lupo rincorrente una pecora col cane levriere legato ad una pianta" (il cane fa buona guardia al campo per cui salva la terra donde SALVATERRA).

Nello stemma del comune il cane è raffigurato a catena spezzata ed in atteggiamento festoso a ricordare il giubilo per il distacco dal Comune di Casalmaggiore.